Istologia

Emopoiesi ed Eritropoiesi

Definizione di Emopoiesi Il termine emopoiesi o ematopoiesi si riferisce alla formazione e alla maturazione di tutti i tipi di cellule del sangue a partire dai loro precursori (Emopoiesi su Wikipedia). Essendo le cellule del sangue a termine determinato, devono venire ciclicamente rinnovate: gli eritrociti tramite “eritropoiesi” (vedi anche l’apposito paragrafo), i granulociti ed i monociti mediante “granulomonocitopoiesi”, le piastrine seguendo la”…

Apparato del Golgi

Articolo tratto da un lavoro a quattro mani presentato da alunni iscritti al C.d.L in Medicina e Chirurgia durante l’A.A. 2011-2012 durante lo svolgimento del corso integrato di Istologia e Embriologia.
Vengono affrontati schematicamente i tratti salienti riguardanti il noto apparato endocellulare scoperto da Camillo Golgi. Di interesse biologico ed istologico ne è consigliata una attenta lettura anche a quanti volessero intraprendere una ripetizione generale di organuli ed annessi cellulari.

Ipereosinofilia

ipereosinofilia

Forte aumento del numero degli eosinofili nel sangue periferico.

Il valore normale del numero di eosinofili circolanti nel sangue periferico è < 350/ml o mm3, con livelli diurni che variano in maniera inversa al livello di cortisolo plasmatico; il picco si ha nella notte e il minimo nel corso della mattina.

Lo sviluppo di eosinofilia ha le caratteristiche di una risposta immune: un primo contatto determina una risposta primaria con livelli relativamente bassi di eosinofili, mentre ripetuti contatti inducono una risposta eosinofila aumentata o secondaria.

Nota. Fattori che riducono il numero degli eosinofili:

farmaci: b-bloccanti, corticosteroidi, lo stress
infezioni batteriche e virali.

Sistema RANK-RANK ligando: il ruolo dell’osteoprotegerina (OPG)

Prima di spiegare il ruolo dell’osteoprotegerina (OPG) è opportuno richiamare alcuni concetti di istologia.   OSTEOCLASTI: derivano dai precursori emopoietici midollari della linea monocitaria. Infatti, in presenza di malattie a carico del midollo osseo, possiamo avere un deficit di osteoclasti. É questo il caso di una rara malattia che colpisce i bambini: l’osteopetrosi (malattia delle ossa di marmo). Nei bambini affetti non si…